Alberto ALEXANDRE

L'ENERGIA NUCLEARE E I SUOI UTILIZZI

3 media a.S. 2019/2020

international school of Venice

GEOGRAFIA - IL GIAPPONE

Il Giappone è uno stato insulare che si trova nell’Asia orientale, una delle “macro regioni” dell’Asia. E' un arcipelago vulcanico composto da più di 6500 isole, di cui le principali sono solo 4 e insieme compongono circa il 97% di tutto il territorio.

Il Giappone è circondato dall’acqua: a ovest si trova il mar del Giappone, a est l’Oceano Pacifico, a nord il Mare di Okhotsk e lo stretto di La Pérouse, a sud il Mar Cinese Orientale. Le 4 isole principali dello stato sono: Honshu, che è anche la più grande del Giappone e la quarta più grande dell’Asia, Kyushu, Shikoku e Hokkaido, che però essendo più distante dalle altre, viene addirittura considerata un altra regione. In totale le isole compongo un chilometraggio quadrato di circa 378 mila chilometri quadrati, ovvero circa 77 mila chilometri quadrati più grande del Italia. Il territorio giapponese è vulcanico ed è composto prevalentemente da zone montuose. Il monte più alto e famoso è il Monte Fuji, che è alto 3776 metri sopra il livello del mare, ed è un vulcano ancora attivo, che però non erutta dal 1708. Il Monte Fuji si trova sull’isola di Honshu, ed è uno dei tre vulcani considerati sacri dalle popolazioni locali, assieme al Monte Tate e al Monte Haku. Pur essendo un territorio prevalentemente montuoso, in Giappone si possono trovare anche alcune pianure, di cui la più grande è la pianura di Kanto, dove si trova anche Tokyo. Ovviamente si possono trovare anche fiumi, anche se sono particolarmente corti a causa delle dimensioni ridotte delle isole e del territorio misto montuoso. Il fiume più lungo del paese si chiama Shinano ed è lungo solamente 367 chilometri, la metà rispetto al Po, ed è 18 volte più piccolo del Nilo, che è il fiume più lungo al mondo e si trova nel continente africano.

Oltre ai fiumi e ai mari, in Giappone ci sono anche diversi laghi, che sono decisamente più grandi rispetto ai fiumi. Il più grande è il lago Biwa, che si trova poco piú ad est di Kyoto e si estende per 670 chilometri quadrati, quindi circa il doppio rispetto al Lago di Garda. 

Il Giappone ha una popolazione totale di circa 125 milioni di persone, con una media di 333 abitanti per chilometro quadrato. La vita media degli uomini è di circa 81 anni, mentre quello delle donne è di 87 anni. Le tre città più popolate sono Tokyo, che è la capitale dello stato ed ha una popolazione di circa 9 milioni di persone, Yokohama, con una popolazione di circa 3 milioni e mezzo di persone, ed Osaka, che ha circa due milioni e mezzo di abitanti. Il Giappone ha quindi una densità di popolazione circa sette volte più alta di quella della media del mondo. Inoltre questa popolazione non è distribuita in tutto il paese e nelle isole, ma è concentrata soprattutto nelle grandi citt à come Tokyo e Kyoto. 

La popolazione è composta quasi del tutto da giapponesi, con minoranze di coreani, cinesi e filippini. Essendo il tasso di mortalità e quello di natalità entrambi molto bassi, la popolazione giapponese è in generale molto anziana ed ha la media di età più vecchia al mondo.

In Giappone una gran parte della popolazione è atea. In generale non si può dire che vi sia una religione ufficiale perché ve ne sono diverse e le due principali sono lo scintoismo, che è una religione strettamente legata alla storia del Giappone, ed il buddismo, che è basato sulla meditazione zen. 

Foto presa da tes.com

L'economia del Giappone è ormai da molti anni la seconda economia più fiorente dopo quella degli Stati Uniti d'America. Il Giappone ha un prodotto interno lordo di circa quattromila miliardi e mezzo di dollari americani. Il primissimo sviluppo moderno dell'economia giapponese ci fu nel XIX secolo quando, a causa delle minacce dei bombardamenti da parte degli Stati Uniti d'America, il Giappone aprí la propria economia anche agli Stati occidentali e firmò un trattato che obbligava lo Stato insulare ad aprire la sua economia ad altri paesi e a utilizzare il commercio internazionale.

Foto presa da La Stampa

La moneta ufficiale è lo yen giapponese. Dieci yen giapponese sono equivalenti a circa otto centesimi di euro.

Le attività economiche principali sono l'agricoltura, in particolare la coltivazione di riso, anche se solo il 12% della superficie è coltivabile, e la pesca. Il paese ha inoltre moltissime risorse minerarie, in particolare di zinco, argento, zolfo e carbone. 

Il Giappone non utilizza molto le risorse rinnovabili per l’energia. Dai dati riportati nel 2013, infatti, l’inquinamento in Giappone è aumentato di un terzo rispetto al 1990. Ciò nonostante, il governo sostiene che il 15% della energia creata proviene da fonti rinnovabili, e che viene utilizzato il 40% in meno di carbone e altri combustibili fossili. 

Foto presa da Frontieraassicurazioni